ECONOMIA CIRCOLARE IN ITALIA – Lo stato dell’arte

Rapporto 2021 del CEN

Il 23 marzo 2021 il Circular Economy Network (CEN), la rete promossa dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e da un gruppo di aziende e associazioni, ha presentato il Rapporto 2021 sull’economia circolare in Italia, realizzato da CEN ed ENEA.

Nel Rapporto si legge, in estrema sintesi, che l’Italia si conferma al 1° posto nella classifica europea per indice di circolarità, che misura il grado di uso efficiente delle risorse in 5 categorie: produzione, consumo, gestione rifiuti, mercato delle materie prime seconde, investimenti e occupazione. Il nostro Paese però, con un punteggio complessivo pari a 79, sta perdendo posizioni mentre le altre grandi economie europee, come Francia, Germania e Spagna (con un punteggio pari, nell’ordine, a 68, 65, 65), si avvicinano gradualmente alla performance dell’Italia.

Il focus del lavoro di quest’anno riguarda il contributo dell’economia circolare in termini di mitigazione dei cambiamenti climatici: se si raddoppiasse, a livello mondiale, il tasso di circolarità dall’attuale 8,6%, sarebbe possibile non solo ridurre il consumo di materiali (minerali, biomasse ecc.) da 100 a 79 miliardi di tonnellate, ma anche tagliare le emissioni di gas-serra del 39% l’anno (fonte: Circularity Gap Report 2021).

Il Rapporto e le presentazioni dei relatori intervenuti sono disponibili sul sito web del CEN.

FONTE: ecocamere – Articolo del 23.03.2021